Tag Archives: fichi

Una ghirlanda profumatissima ^_^!

Una ghirlanda di pane dolce e il bianconiglio.
Una scusa per augurarvi delle buone feste ^_^!
E per regalare a tutti voi che passate da questo piccolo blog una ricetta, semplice ma mortalmente buona.
Un pane dolce, da preparare per un pensierino natalizio (volendo, anche in versione senza impasto) dell’ultimo minuto, per la colazione di questi giorni di festa o di un weekend invernale qualsiasi.
O, molto più semplicemente, per un tè pomeridiano. Io prenderei volentieri una tazza di Rooibos all’arancia e cannella, insieme a una fettina di questo pane profumato. E voi?

GHIRLANDA DI PANE DOLCE 
pubblicata su Cucina Naturale di dicembre 2011
Non posso farvi vedere però l’interno della ghirlanda, al momento; spero di riuscirci presto.
Vi fidate sulla parola? ^^”’
Intanto, tra parentesi trovate le mie modifiche.
INGREDIENTI
500 g di farina bianca (400 g di farina 00)
100 g di farina manitoba (mia variante)
3 uova
200 ml di latte
120 g di nocciole tostate (noci)
80 g di uvetta sultanina
80 g di datteri denocciolati (fichi secchi)
50 g di amaranto (50 g di farina di mais fioretto)
40 g di zucchero (1 cucchiaio di zucchero)
25 g di lievito di birra (panetto preliminare)
3 cucchiai di olio di riso (olio extravergine d’oliva)
2 cucchiai di miele di castagno (miele d’arancio)
zucchero a velo (zucchero aromatizzato alla cannella q.b.)
sale (1 cucchiaino di sale)

100 g di farina manitoba
10 g di lievito di birra
acqua tiepida q.b.
Fare lo zucchero aromatizzato alla cannella è facilissimo. 
Macinate la cannella in un macina caffè. Lasciatene sul fondo almeno un cucchiaino e aggiungete lo zucchero; appena avrete ottenuto lo zucchero a velo, conservatelo in un barattolo di vetro e mescolatelo con qualche cucchiaino di cannella macinata al momento (a piacere). 
Per il panetto preliminare, in una ciotola, fate sciogliere il lievito di birra con un po’ di acqua tiepida; aggiungete la farina e amalgamate con tanta acqua tiepida quanto basta fino ad ottenere un impasto che assomiglia a una pastella consistente. 

Fate lievitare per almeno 30 minuti (volendo anche 1-2 ore). Sarebbe meglio, però, prepararlo la sera prima; se ci riuscite, dopo averlo fatto lievitare, conservate il panetto in frigo; in tal caso, uscitelo dal frigo un’ora prima della preparazione della ghirlanda.

Mettete a bagno l’uvetta per almeno 20 minuti. Poi strizzatela e asciugatela con 2 fogli di carta assorbente.
Riducete i fichi secchi a dadini. Tritate le noci. 
Unite la farina di frumento, quella di mais, lo zucchero e il sale.
Nella ciotola dell’impastatrice (o nel mixer, se la lama è adatta per impastare), versate le uova, il latte, il miele e l’olio. Unite gli ingredienti secchi e il panetto preliminare. 
Utilizzando il gancio ad uncino, azionate l’impastatrice alla velocità minima, fino a formare un impasto morbido (capirete che è pronto quando si staccherà dalle pareti della ciotola).
Sostituite il gancio con la foglia e amalgamate la frutta secca, proprio come si fa per lo Stollen.
Coprite l’impasto con un canovaccio e una coperta di lana e lasciatelo lievitare al caldo per 1-2 ore, o fino a quando il volume sarà almeno raddoppiato.
Al termine della prima fase di lievitazione, dividete la pasta in 12 palline, possibilmente della stessa dimensione. Sistematele su una teglia ricoperta da carta forno, una accanto all’altra, formando una ghirlanda. Battete l’uovo restante insieme a un pizzico di sale e a 1 cucchiaio di latte, poi spennellate con cura il dolce.
Lasciatelo lievitare ancora per 1-2 ore.
Cuocetelo poi in forno preriscaldato e ventilato, a 180° per 20-25 minuti, o fino a quando sarà dorato. Ma visto che i tempi di cottura variano da forno a forno, fate la prova dello stecchino ;)!
Ancora caldo, spolveratelo con zucchero a velo aromatizzato alla cannella.

Ed ecco una foto dell’interno di una delle palline della ghirlanda, assaggiata stamattina a colazione (ecco perchè non potevo farvela vedere):

Buon Natale ^__^!

Primo esperimento per Natale ^_^

E anche gli esperimenti natalizi sono iniziati ^__^! 
E questa è una ricetta che si è rivelata perfetta non solo per Natale ma anche per il contest delle (St)rès chic gluten free…si, lo so che cosa starete pensando, “ma chic dove???”…e si, perchè io e l’estetica non andiamo per niente d’accordo; quindi nonostante i miei tentativi (palesemente falliti ^^”’) di presentare dei dolcetti decentemente chic, mi sono trovata davanti degli sgorbietti…beh, ma sgorbietti à l’extérieur, perchè à l’intérieur sono très très chic e tremendamente natalizi, disse quella che li preparò e dai gusti particolarmente strani XD :P!! Il sapore particolarmente bizzarro è merito soprattutto della ricetta dei bonbons di fichi alla portoghese tratta dal volume sui dolci dell’Enciclopedia della Cucina…quindi, mica è solo colpa mia :P! Beh, scherzi a parte :D, mentre leggevo la ricetta ho pensato di utilizzare il ripieno dei buccellati, perchè non contiene solo fichi e mandorle, ma anche  noci, cioccolato a scaglie e marmellata di mandarini e di fichi e questo rende il tutto mooolto barocco…non a caso i buccellati sono dei dolci siciliani tipici delle feste di Natale ^_^! 
Quindi questi dolcetti non possono non essere chiamati
BONBONS DI FICHI ALLA SICILIANA
Visto che il ripieno è lo stesso di quello dei buccellati, copio e incollo parte della ricetta che trovate nel post pubblicato qualche mese fa  (e che ripubblicherò a breve) ;)! Invece, gli ingredienti per la glassa sono una modifica della ricetta dei Tronchetti di castagne e cioccolato fondente vista sul numero di novembre di Cucina Naturale.
INGREDIENTI x I BONBONS DI FICHI ALLA SICILIANA
Per il ripieno:
200g di fichi secchi
100g di noci e mandorle spellate e tritate grossolanamente
30g di cioccolata fondente tritata
50g di marmellata di manderini e di fichi
Scorza di 1/4 d’arancia
Scorza di 1/2 manderino
Per la glassa:
100g di cioccolato fondente  (io circa 300g)
1 cucchiaio di zucchero (io l’ho omesso)
1 cucchiaino di margarina fusa, circa 10g (io 1 cucchiaino di burro)
1 cucchiaio di rum (io 4 cucchiai di cointreau)
2 cucchiai d’acqua (io 6 colmi, anche se vado ad occhio)
Quando preparate ricette senza glutine contenenti cioccolato, non dimenticate mai che anche questo è un ingrediente a rischio di contaminazione.  Controllate quindi sulla confezione l’assenza della frase “può contenere tracce di glutine“, che indica che il cioccolato è stato prodotto in uno stabilimento dov’è presente il glutine.

Preparate il ripieno almeno 2 ore prima, tritando innanzitutto i fichi secchi nel mixer. Mescolate il composto ottenuto con la marmellata di manderini e di fichi, le mandorle e le noci tritate grossolanamente, la scorza di arancia e manderino e la cioccolata tritata. Il ripieno deve essere compatto e morbido, altrimenti aggiungere altra marmellata. Formate quindi delle palline.
Passate le 2 ore, preparate la glassa facendo sciogliere il cioccolato a bagnomaria con il burro; aggiungete quindi l’acqua e il cointreau. Quando è ancora caldo, passate le palline nel cioccolato e mettetele ad asciugare su una gratella per almeno 1 giorno. Non appena saranno ben asciutti, disponete i bonbons nei pirottini e conservateli in scatoline di latta, ideali per essere serviti durante le vacanze natalizie o per un regalo natalizio homemade ^__^!

E con questa ricetta partecipo al contest “(St)rès chic gluten free

e al contest “Cucinando per Natale
 A presto ;)!

Contest “(st)Renne Gluten Free”

Da quando ho letto sul blog di Stefania del contest delle (st)Renne senza glutine, ho notato varie ricette interessanti. Poi sabato mattina sono tornata a casa con dei bellissimi e buonissimi fichi e ho deciso di provare una ricetta notata sul numero di settembre di Cucina Naturale nella sezione dedicata ai piatti senza glutine (i muffin di mais e lamponi di pagina 58). Questa semplicissima torta al profumo di lamponi è stata unita all’accompagnamento previsto per un’altra ricetta, i fichi alla cannella (cioè per la torta di mirtilli di pagina 112). Secondo quest’ultima ricetta, una volta bagnati e spolverati con la cannella, i fichi andrebbero cotti in forno a 180° per 10-15 minuti. Io, invece, ho saltato questo passaggio, perchè i fichi erano troppo buoni e ho deciso di lasciarli al naturale…ma, ovviamente, con una leggera copertura di cannella, perchè una nota speziata non guasta mai ^__^!
Alla fine, mi sono ritrovata davanti una torta facilissima, pronta in meno di un’ora e che si è rivelata un ottimo accompagnamento (al contrario, alla fine XD LOL!) per i fichi alla cannella durante la colazione…ma se preferite potete prepararla per una pausa pomeridiana col tè verde al gelsomino, ad esempio ^__^!

TORTA AL PROFUMO DI LAMPONI 
CON FICHI ALLA CANNELLA

Per preparare questa torta ho modificato una delle ricette di cui ho già parlato, cioè quella relativa ai muffin di mais e lamponi. Riporto qui la ricetta originale; tra parentesi, invece, trovate le mie modifiche ;)!
Se preparate la torta la sera, fatela riposare fino al pomeriggio del giorno successivo, perchè più aspettate, più si noterà il retrogusto di lamponi, più sarà, quindi, gustosa ;)!
INGREDIENTI
150g di farina di mais per polenta istantanea (io, invece, ho utilizzato la farina di mais fioretto macinata fine)
150g di farina di mandorle (io 130g di farina di riso + 60g di farina di mandorle)
150g di lamponi (io 6 cucchiai colmi di marmellata di lamponi)
150g di zucchero (io 100g)
3 uova
130ml d’olio d’arachidi (io 50 ml d’olio extravergine d’oliva)
125g di yogurt bianco (non presente nella ricetta originale)
la scorza grattugiata di 2 limoni (io 2 cucchiai di limoncello homemade ;))
1 bustina di polvere lievitante per dolci

Mescolate la farina di mais, di mandorle e di riso con lo zucchero e il lievito.
In una ciotola, battete le uova con il limoncello e l’olio; mescolate il composto ottenuto con lo yogurt e la marmellata di lamponi.
Dopo aver versato gli ingredienti secchi nel mixer (ma potete preparare la torta anche a mano ;)), unite piano piano gli ingredienti liquidi; lavorate il tutto, quindi, per pochi secondi, fino ad ottenere un composto morbido, non troppo liquido.
Oliate e infarinate una teglia tonda di 25 cm di diametro e versatevi l’impasto; mettete la torta nel secondo ripiano del forno preriscaldato e ventilato e fatela cuocere per circa 30 minuti. Visto che i tempi di cottura variano da forno a forno, fate comunque la prova dello stecchino per capire se la torta è effettivamente cotta ;)!
Al momento di servire la torta, bagnate leggermente i fichi, cospargeteli con un po’ di cannella e…e buon appetito ^__^!

Con questo semplicissimo dolce partecipo al contest delle strenne senza glutine del blog Cardamomo&co

E con questo ultimo post della settimana, ne approfitto per augurarvi un buon weekend ^__^!




“Cucciddati” mooolto in anticipo…

E si, mooolto ma moooooooolto in anticipo. Perchè i “cucciddati” (o buccellati in siciliano) sono dei dolci tipicamente natalizi, di cui parlavo nel mio vecchio blog, in un post su una raccolta di regali natalizi home-made proposta l’anno scorso da Anice&Cannella.
Che senso ha riproporre ora questa ricetta, vi chiederete? Beh, qualche giorno fa (forse domenica, boh, ultimamente sono talmente fusa da dimenticare le cose con una facilità allucinante ç_ç!) Giulia chiedeva sulla sua pagina di Facebook dei consigli per utilizzare al meglio i fichi secchi…e dopo la marmellata e un bel plumcake (magari con qualche pezzettino di cioccolato fondente qua e là), non potevo non suggerirle i buccellati. E allora ho pensato…perchè non condividerli anche con voi?
E così ne approfitto anche per fare un regalino virtuale alla simpaticissima e dolcissima Marzia, che sono finalmente riuscita a conoscere durante le vacanze pasquali a Torino…e che si è presentata con un dolcissimo timer a forma di bianconiglio *O*…e io invece a mani vuote -_-! Che testa in aria, che figuracce che faccio!!! Marzia, grazie mille anche dalla terra dei golosi ^__^!!! Comunque, il bianconiglio, alla faccia mia XD, si sta godendo il sole palermitano -_-…:P!!!
E comunque (se non lo aveste capito XD!), non li ho fatti adesso, questa è la ricetta che ho utilizzato fino a natale scorso, anche per regalarli ad amici e parenti. Oggi sto semplicemente ripubblicando la ricetta, presa anche da una crisi di nostalgia ^^”’!! Vorrei però fosse già autunno per poterli rifare, perchè ho già in mente una versione alternativa, che spero di riuscire a farvi vedere.
I Buccellati di Satsuki..à sa façon :P!!!

INGREDIENTI PER LA PASTA:
1kg di farina di rimacinato
150g di olio extravergine d’oliva
250g di zucchero
Scorza grattugiata di 1 limone
½ cucchiaino di cannella
Acqua q.b. per ottenere un impasto sodo
10g di ammoniaca
Zucchero a velo aromatizzato alla cannella, per decorare i biscotti

Aggiornamento del 31 dicembre 2012: con mia madre abbiamo sperimentato l’aggiunta del bicarbonato all’impasto (1 cucchiaino raso per 1 kg). Vengono terribilmente buoni, più friabili che con la sola ammoniaca (che dovete comunque usare, senza spaventarmi dell’odore che esce dal forno. Una volta cotti, non la sentirete nei biscotti ;)).

Commenti della sottoscritta: per il tipo di farina, sinceramente non so se quella di grano duro sia proprio quella tradizionale. Ma trattandosi di una tradizione della mia famiglia (immaginatevi Satsuki seienne che combina casino nel soggiorno della nonna materna, a Castelvetrano, durante le feste natalizie, e gioca con la farina e si diverte come una matta XD, manco stesse giocando sulla sabbia XD!!), la seguo fedelmente, perchè questa non è solo una ricetta, è anche un insieme di bei ricordi ^_^! Ma se volete, potete sostituire la farina di grano duro con quella di tipo 2 ;)!
L’olio (il mio rigorosamente siciliano, possibilmente del trapanese :P), invece, tradizionalmente dovrebbe essere sostituito dallo strutto…ma visto che a casa lo detestiamo (a ‘sto punto meglio il burro!!), vai di olio d’oliva extravergine.


INGREDIENTI PER IL RIPIENO:
400g di fichi secchi
200g di noci e mandorle tritate grossolanamente
70g di cioccolata fondente tritata grossolanamente
100g di marmellata di manderini – oppure di fichi
Scorza di ½ arancia
Scorza di 1 manderino
PREPARAZIONE:
Sfregare la farina con l’olio in modo che la farina assorba tutto l’olio e non si creino grumi.
Mescolare quindi con lo zucchero, il limone, la cannella e il lievito setacciato (o l’ammoniaca, che deve essere sciolta in un cucchiaio d’acqua).
Disporre la farina a fontana, versare l’acqua e impastare fino ad ottenere un impasto ben sodo (ad esempio, come quello del pane) e che si stacchi bene dalle mani.
Dividere quindi l’impasto ottenuto in 4 panetti e lasciare riposare per circa 2 ore.
Nel frattempo, preparare il ripieno tritando innanzitutto i fichi secchi nel mixer. Mescolare il composto ottenuto con la marmellata di manderini (o di fichi), le mandorle e le noci tritate grossolanamente, la scorza di arancia e manderino tritata e la cioccolata. Il ripieno deve essere compatto e morbido, altrimenti aggiungere altra marmellata.
Passate le 2 ore, trasformare i panetti in filoncini, stenderli col mattarello  fino a raggiungere uno spessore di ½ cm e una larghezza di circa 10-12 cm.
Mettere al centro della pasta il ripieno, chiudere in modo da riformare il filoncino e appiattirlo leggermente.
Dividere quindi il filoncino in tanti piccoli Buccellati, tagliandoli trasversalmente. Con una lametta affilata da barba, fare dei piccoli tagli trasversali ai due lati dei biscotti.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 30 minuti o fino a quando i biscotti non sono dorati.

Infine, spolverizzare i biscotti con lo zucchero a velo

Per la decorazione, potete anche seguire le altre decorazioni tradizionali, cioè la copertura con glassa di zucchero e diavoletti o semplicemente dei diavoletti inseriti nei taglietti fatti trasversalmente ;)!
Io preferisco la decorazione con lo zucchero a velo, perchè secondo me sono più carini…sono di parte, mi sa, eheheh XD!

Con questa ricetta partecipo al contest Biscotti senza forma

A presto ;)!